manovra alla carbonara


“Con il voto al Senato la manovra del governo Monti è legge. Si tratta di un decreto che non fa al 100% quanto avremmo fatto e voluto noi e che è migliorabile ancora in diversi punti.
Ma il lavoro portato avanti con responsabilità dal PD nelle commissioni e in aula ha apportato diverse migliorie, rendendo la manovra meno iniqua. Un lavoro che vi abbiamo raccontato in trasparenza, giorno per giorno, con il “Diario della manovra“.

Un piatto ben presentato, ma un po’ indigesto, no? Temo che avremo a lungo bruciore di stomaco …e non solo di stomaco. Lo so è Natale, ma anche a Natale bisogna pensare al futuro.

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

14 risposte a manovra alla carbonara

  1. Pietro Palmisano ha detto:

    Caro Smemorato
    con la “carbonara” evochi concetti che nulla hanno a che fare con il basso profilo tenuto dal pd in occasione della manovra affossadiritti e ammazzalavoratori.
    La “carboneria” lavorava per la libertà e l’indipendenza dell’Italia, ed anche per l’unità degli italiani.
    La “pasta alla carbonara” ricca di calorie e di sapori non lascia morti di fame e si fa digerire da uno stomaco normale.
    Come ho scritto in questi giorni sia alle segreterie sindacali sia al network del pd, questo partito con questa manovra varata insieme alla peggiore destra si è posizionato irrimediabilmente a destra e molto lontano dagli interessi legittimi dei lavoratori dei pensionati e del suo stesso elettorato.
    A parte il caso personale di mia moglie, che compie 60 anni l’8 marzo e non prenderà la pensione di vecchiaia, avendo rinunciato a lavorare per assistere un fratello totalmente incapace che vive con noi, se ci guardiamo intorno, al pd non resta molto da vantarsi per questa sporca manovra.
    Andranno all’inferno pure loro e chi appoggerà questo governo infame.
    Possono anche continuare a lacrimare in pubblico e mostrare i loro pranzi “in comunità” ma sono e resteranno più infami di berlusconi e calderoli!
    Pietro Santo

    • smemorato ha detto:

      E’ probabile che la metafora della carbonara da me utilizzata non valga erga omnes, per quanto mi riguarda gli spaghetti alla carbonara sono fra i piatti preferiti, ma qualche difficoltà alla digestione me la provocano. Ecco, nella sostanza siamo perfettamente d’accordo. L’errore strategico del partito di Bersani è imperdonabile nonostante continui ad invocare la salvezza dell’Italia che purtroppo è di la da venire. La cosa certa è che ognuno di noi della fascia sociale medio bassa paga e pagherà senza colpe, mentre coloro che, anche con in contorni della manovra Monti, continuano a non pagare ed arricchirsi sono parte certa della colpa.

  2. Pietro Palmisano ha detto:

    Visto che siamo d’accordo praticamente su tutto, anche se io ho ancora uno stomaco d’azzaro, ti faccio per il prossimo anno i migliori auguri possibili. Avevo dimenticato di farteli. Ma per me è scontato desiderare per i miei amici tutto il bene possibile, anche se non sento la necessità di farglielo sapere: l’importante è che io lo desideri fortemente, perché si possa attuare, tutto il bene possibile, anche a loro insaputa! Vale pure per il Diavolo e tutti i cegliesi che “sentono” come noi.
    Pietro Santo

  3. carolemico ha detto:

    Ciao, altro che bruciore di stomaco, sul blog del diavoletto o trovato una vignetta che ho copiato sul mio blog (come sottofondo agli auguri per Natale), ed io credo che sarà prprio cosi per molti di noi italiani.
    http://carolemico.myblog.it/archive/2011/12/23/natale-2011.html

  4. NewLook ha detto:

    non ci incontriamo più su springrain
    allora lascio qui i miei auguri
    BUON ANNO e buon ..tutto

    ciaooooooooo

  5. Pietro Palmisano ha detto:

    Per ricordare a tutti quanto questo governo è più infame di quello del ladro-puttaniere-pedofilo dal prossimo anno mi firmerò ” da una lacrima sul viso”

    Pietro Santo

    • smemorato ha detto:

      Allora hai “capito molte cose dopo tanti tanti mesi” anzi dopo pochi pochi giorni del governo liberal-comunista del contratto unico di lavoro.

  6. Questo governo non è liberale e non è comunista, è appena un governo di m….!
    Pagheremo caro l’affrancamento dalle barzellette clericofascistearcoriane.
    Gli venga un accidenti al vecchio ed al nuovo governo e a tutte e due le camere prima di capodanno! E pure al trota sporcaccione!

    da una lacrima sul viso

    • smemorato ha detto:

      avremo un po’ di roba da buttare a fine anno, se
      “Quella lacrima sul viso
      É un miracolo”
      di “digghjia avì…” cegliese 😉

  7. Se gli venisse una gastroenterite acuta a tutti i predetti sarebbe già un buon monito per chi li ha votati. Ma non basta.
    Chi darà coraggio ai conigli per mettere in fuga quei volponi?
    Ma siamo capaci di fargli vedere gli attributi?
    Il messaggio più forte che sa dare il popolo sono slogan del tipo “se non ora quando?”.
    La risposta immediata è il taglio dei viveri “da subito”, sopratutto alle donne che strillavano come le famose oche in campidoglio.
    La giornalista di sinistra e la regista femminista che fanno un lavoro entusiasmante e giustamente reclamano di poterlo fare vita natural durante. Erga omnes.

    da una lacrima sul viso

    • smemorato ha detto:

      Un Sorcio ricco de la capitale
      invitò a pranzo un Sorcio de campagna.
      – Vedrai che bel locale,
      vedrai come se magna…
      – je disse er Sorcio ricco – Sentirai!
      Antro che le caciotte de montagna!
      Pasticci dorci, gnocchi,
      timballi fatti apposta,
      un pranzo co’ li fiocchi! una cuccagna! –
      L’intessa sera, er Sorcio de campagna,
      ner traversà le sale
      intravidde ‘na trappola anniscosta;
      – Collega, – disse – cominciamo male:
      nun ce sarà pericolo che poi…?
      – Macché, nun c’è paura:
      – j’arispose l’amico – qui da noi
      ce l’hanno messe pe’ cojonatura.
      In campagna, capisco, nun se scappa,
      ché se piji un pochetto de farina
      ciai la tajola pronta che t’acchiappa;
      ma qui, se rubbi, nun avrai rimproveri.
      Le trappole so’ fatte pe’ li micchi:
      ce vanno drento li sorcetti poveri,
      mica ce vanno li sorcetti ricchi!

      Vedi carissimo, da quanti anni siamo abituati a questi piatti che ci preparano lor signori, un secolo è quasi ito da quanno Trilussa scrisse quell’apologo e ci risiamo…
      Non che non conosca giornalisti ed artisti progressisti (!) d’ambo i sessi che si prodigano a farci trovar comode le trappole, ma sono più paziente e forse più cojone… 🙂

  8. Per non fare soltanto sterile opposizione, come rimproverano in coro all’irriducibile p.m., voglio fare una PROPOSTA per l’anno nuovo anche sull’onda di quanto detto da quel sindacalista berlusconianomarchionniano, che anche suo zio poteva fare una manovra come quella di monti.
    Io, che non sono lo zio di quello là, farei di meglio. Se il Presidente Napolitano mi desse l’incarico, anche senza stipendio, farei subito il pareggio. Vi faccio alcuni esempi.
    1- Recupero immediato di TUTTA l’evasione, anche all’estero, con cancellazione dei crediti di quei paesi che non collaborano.
    sub 1- Galera agli evasori ed ai corrotti fino al totale rientro dei capitali sottratti all’erario.
    2- Cancellazione della spesa militare a favore degli investimenti sulla difesa civile (dove c’era bertolaso che si faceva massaggiare coi profilattici).
    3- Salario minimo garantito a chi non trova lavoro oppure lavoro per tutti quelli che non sono più studenti o non hanno i requisiti minimi per la pensione (quei requisiti degni di una società equa).
    4- Requisito d’integrità morale e giudiziaria per l’attività politica.
    5- Investimenti nella scuola e nella pubblica amministrazione.
    6- Socializzazione dei settori primari della produzione, energia, trasporti, comunicazioni.
    7- …fate pure voi delle proposte! Non sono mica un dittatore!

    Buon anno 2012 col governo Pietro Palmisano!

    • smemorato ha detto:

      7 – investimenti nella ricerca,
      8 – salute per tutti a basso costo sociale,
      9 – sviluppo dell’energia verde,
      per ora basta se no ci si perde…
      auguri al premier PP!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...