fogghjə sciersə


In primavera o in autunno, quando la rugiada notturna rendeva i campi della nostra terra rossa morbidi e accoglienti per l’erba spontanea, i nostri vecchi partivano alla ricerca di fogghjə sciersə. Si avviavano lungo i tratturi e le stradine delle nostre campagne attenti sia ai bordi terrosi che ai campi incolti e allore sinapə e cicoreddhə non sfuggivano al corto coltello da cacciatore. La raccolta di fogghjə sciersə era uno sport nazionale a Ceglie Messapica. Una volta raccolta la quantità ritenuta utile e necessaria le raccoglitrici, ma anche i raccoglitori tornavano al trullo per pulire le verdure spontanee e cuocerle. Mangiarle accompagnando la purea ricavata da una bella pignatə di fafə era un piacere modesto che oggi viene servito principescamente nei ristoranti cegliesi di rinomanza nazionale. Per ritrovare quelle atmosfere, con scopo diverso, ma del tutto analogo, chi può e vuole può approfittare dell’occasione offerta dal Parco Naturale Regionale delle Dune costiere  da Torre Canne a Torre San Leonardo, che insieme alle associazioni WWF Martina Franca e Terre di Basilio, a SERAPIA cooperativa e al Gruppo Italiano Ricerca Orchidee Spontanee, organizza un corso teorico pratico per il riconoscimento delle orchidee spontanee.
Il corso sarà ripetuto in due appuntamenti, il 25 febbraio e il 31 marzo 2012 alle ore 15,00 presso la Casa del Parco (ex stazione di Fontevecchia), e consisterà, in entrambe le date, in una breve lezione introduttiva sulla biologia, l’ecologia e le specie di orchidee presenti nel territorio pugliese a cui seguirà una passeggiata tra le lame e le dune fossili dell’area protetta per riconoscere in campo le fioriture delle orchidee spontanee.
***
Ultimissima da Ceglie, avviata una nuova ricerca di fogghjə sciersə:
Ceglie: il Sindaco

Ceglie: il Sindaco “azzera” la giunta

CEGLIE MESSAPICA – Il Sindaco Luigi Caroli annuncia di aver azzerato l’intera giunta comunale. si riporta di seguito il comunicato stampa diramato nel pomeriggio dal Primo cittadino.
Ho sempre considerato l’essere Sindaco della mia Ceglie una missione, che ha come obiettivi il migliorare la qualità della vita dei miei concittadini, il risanamento del Bilancio Comunale e la trasformazione della macchina amministrativa in una logica aziendale dove vengono premiati i più volenterosi.
In meno di 2 ann… (continua a leggere)

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, cultura contadina e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a fogghjə sciersə

  1. smemorato ha detto:

    COMUNICATO STAMPA
    Il Sindaco Caroli, a soli pochi mesi dal suo insediamento “fu costretto “ a cambiare 2 assessori, oggi ad appena 20 mesi dalla sua elezione ha azzerato l’intera Giunta.
    Prendiamo atto, che il Sindaco, pur con grave ritardo, ha per primo preso atto del fallimento politico-amministrativo suo e dell’intera squadra.
    La sua maggioranza, composta da ben 12 consiglieri comunali in 20 mesi non è stata capace di affrontare i problemi più gravi che oramai rischiano di strangolare il nostro paese.
    Dopo il fallimento delle precedenti Giunte di Centrodestra, guidate da Magno e da Annese, anche quella guidata dal “giovane” Caroli sembra destinata al capolinea.
    Eppure, Ceglie è una città abbandonata, priva di una guida autorevole in grado di affrontare e risolvere i piccoli e grandi problemi quotidiani.
    L’Ordine Pubblico e la Sicurezza rappresentano una emergenza alla quale ne il Sindaco ne la sua maggioranza hanno mai voluto dare il giusto peso.
    La macchina amministrativa è nella confusione più totale, nonostante il “massiccio” investimento fatto con l’assunzione di ben 4 Ingegneri e 2 Impiegati, molti dei quali non cegliesi.
    Nella Città diffuso e palpabile è il disagio sociale ed economico, eppure nessuna iniziativa concreta è stata portata avanti nella direzione dei più deboli e dei giovani in particolare.
    Non riescono neanche a garantire il rifornimento del gasolio per il riscaldamento delle scuole, vengono lasciati senza lavoro 7 lavoratori ex co.co.co., ai lavoratori socialmente utili viene negata l’integrazione oraria a carico della Regione, ecc
    In questi mesi la maggioranza, targata PDL, si è impegnata invece a stracciare un PUG gia pronto per affidare un nuovo incarico spendendo 174.000 Euro (fino a questo momento) che potevano essere risparmiati.
    Sono stati affidati direttamente appalti e servizi per oltre 700.000 Euro senza alcuna gara ai “soliti noti”.
    E’ stato si realizzato, ma abusivamente, così come dichiarato dalla Regione e dalla Provincia, il Centro Raccolta Materiali, e questo per il Sindaco sarebbe “mantenere gli impegni”!!!!
    Il Sindaco, la sua Giunta e tutta la Maggioranza non sono stati capaci di completare neanche uno dei lavori pubblici lasciati in eredità dalla passata Giunta di Centrosinistra , ci riferiamo alla Chiesa di San Demetrio, al Mercato Coperto, al Centro Sportivo della zona 167, allo Smaltimento delle Acque Pluviali, all’ex Convento dei Domenicani, all’ex Albergo Ferrovia, ecc.
    Nel 2010 i Cegliesi affidarono a Caroli e alla sua maggioranza il governo della città, a noi, invece fu affidato il compito di controllare l’attività amministrativa ,cosa che quotidianamente ci sforziamo di fare.
    Oggi dopo circa 2 anni di non governo, il Sindaco ci fa sapere che qualcosa non và , che vorrebbe cambiare marcia e di ripartire.Che aspetta? Chi glielo impedisce?

    Riteniamo che sia invece giunta l’ora, che provi a governare seriamente, avendo a disposizione tutti i numeri per farlo, senza chiedere il soccorso e l’aiuto di nessuno.

    Al contrario, se non c’è la fa, per sua esclusiva incapacità politica-amministrativa, deve liberare subito il campo, dando la parola agli elettori che potranno scegliere un nuovo governo cittadino capace di dare risposte concrete ai vari bisogni.

    Ceglie Messapica lì 18/02/2012
    I Consiglieri  Comunali del Centrosinistra di Ceglie Messapica
    Rocco Argentiero – Tommaso Argentiero – Donato  Gianfreda – Nicola Trinchera

  2. smemorato ha detto:

    Ceglie M.ca, 29/02/2012

    Sel: “la maggioranza continua a sgretolarsi”

    Il Coordinamento Provinciale e il Circolo Cittadino del Partito Sinistra Ecologia Libertà esprimono grande preoccupazione per la situazione politico-amministrativa in cui versa la città di Ceglie Messapica.
    La maggioranza in Consiglio Comunale, guidata dal PDL, si sta sgretolando e le revoche delle deleghe assessorili delle ultime settimane ne sono una evidente dimostrazione.
    In realtà, la scelta repentina del Sindaco, non è altro che una reazione all’isolamento di cui è stato protagonista nell’ultimo Consiglio Comunale, a causa di alcune determinazioni non approvate come da lui richiesto; dell’appalto per la raccolta dei rifiuti solidi urbani e del relativo aumento del canone.
    Non c’è dubbio che ci troviamo di fronte ad una vera e propria crisi della maggioranza.
    La nostra “preoccupazione” è legata soprattutto al momento in cui questa crisi interviene: infatti, mentre Ceglie Messapica attraversa una delle peggiori crisi economiche (e non solo), senza precedenti, il Sindaco vive nell’incertezza più assoluta, senza sapere realmente cosa fare.
    Nel frattempo, la città si trova in totale stato di abbandono. Temi delicati, quali la sicurezza dei cittadini, messa in serio pericolo dal verificarsi puntuale di rapine e furti con scasso; l’abbandono del demanio pubblico, trascurato come non mai, sembrano non aver mai interessato né il Sindaco, né la sua Giunta.
    Figuriamoci quali possano essere i risvolti di questa situazione, ora che quest’ultima è stata azzerata.
    È il caso di ricordare al Sindaco che senza gli assessori non vi è possibilità di deliberare, con conseguente impossibilità di adottare decisioni che la città aspetta invano ormai da tempo.
    Per questo, riteniamo che il Consiglio Comunale debba essere coinvolto, in quanto rappresenta la Sede Istituzionale all’interno della quale discutere quanto sta accadendo, nonché il luogo in cui i cittadini si aspettano che il Sindaco dia risposte concrete, cercando di affrontare con urgenza la situazione disastrosa in cui versa la città.
    A due anni dal suo insediamento, il Sindaco, ancora non ha capito che la luna di miele è finita e che ora deve, se ne è capace, iniziare ad operare, altrimenti sarebbe il caso che lui stesso traesse le dovute conclusioni.

    COMUNICATO STAMPA SEL – CIRCOLO PEPPINO IMPASTATO

  3. smemorato ha detto:

    COMUNICATO STAMPA

    E’iniziata la quarta settimana senza Giunta e ancora il Sindaco Caroli non riesce a nominare i nuovi Assessori.

    Pur potendo contare su una maggioranza di 12 consiglieri comunali il PDL non è in grado di dare alla città un governo stabile, capace e visibile.

    Dopo la revoca degli assessori è iniziato il teatrino delle consultazioni con alcune associazioni e con alcune rappresentanze della cosiddetta società civile.

    Consultazioni che hanno visto la partecipazione di vari attori, i consiglieri comunali, il primo sindaco, il secondo sindaco e a volte anche il terzo, gli unici grandi assenti gli sono stati gli ex assessori.

    Di concreto non è venuto fuori nulla, solo uno scambio d’idee a volte condite da accuse gratuite nei confronti di chi non era omologato alle forze di maggioranza.

    Infatti, da queste consultazioni il Sindaco, senza alcun motivo, ha voluto lasciare fuori alcune associazioni che operano sul territorio in settori nevralgici come ad esempio: l’AVIS, CEGLIE E’, la CNA, PASSODITERRA, l’ ASSOCIAZIONE ANTIRACKET, ecc…

    Ancora oggi a nessuno sono chiari i motivi che hanno indotto il Sindaco ad azzerare la “sua” vecchia Giunta, le voci si rincorrono: c’è chi parla di riconferme, chi di sostituzioni, chi di new entry addirittura con persone non cegliesi.

    Possiamo ritrovarci, dopo la nomina di dirigenti baresi, anche qualche assessore forestiero.

    La Città è allo sbando, non ha una guida, non ha una compagine amministrativa in grado di dare risposte concrete alle esigenze dei cittadini, siano esse piccole o grandi.

    E’ evidente che l’azzeramento degli assessori significa la bocciatura totale del lavoro sia singolo che collettivo.

    Lo stesso Sindaco ha dovuto riconoscere in più occasioni la scarsa produttività dei suoi collaboratori, infatti giorni fa ha detto che lui riesce ad amministrare meglio da solo.

    Siamo di fronte all’inizio dell’ennesimo tramonto di un’altra esperienza di governo del centrodestra cegliese.

    Dopo il fallimento di Magno, di Annese anche il promettente Caroli non riesce a mantenere le promesse fatte in campagna elettorale.

    Da circa 1 mese, nessun atto amministrativo è stato prodotto, nessun provvedimento è stato approvato, eppure tante sono le emergenze che meritano attenzione ad iniziare dall’ Ordine Pubblico e la Sicurezza.

    Intanto i maxi dirigenti fortemente voluti dal PDL, con il loro operato stanno mettendo in serio pericolo la regolare attività amministrativa del Comune.

    E’ sufficiente ricordare la gestione del servizio di raccolta dei rifiuti ed il relativo aumento del canone, le ombre che aleggiano sulla gara per i lavori all’immobile comunale adiacente al Centro Anziani, aggiudicata ad una ditta di Ruvo di Puglia, l’affidamento d’incarichi professionali ad personam che sta producendo notevoli danni alle casse comunali.

    LA LUNA DI MIELE E’ FINITA.!!!

    Il Sindaco e la sua maggioranza la smetta di giocare con la città e con le istituzioni, ha tutti i numeri per poter continuare a governare così come richiesto da appena un terzo degli elettori cegliesi.

    Chiediamo che nei prossimi giorni sia convocata una seduta straordinaria del Consiglio Comunale per affrontare e discutere nella naturale sede istituzionale la crisi amministrativa in atto.

    Ceglie Messapica lì 10/03/2012
    I Consiglieri  Comunali del Centrosinistra di Ceglie Messapica
    Rocco Argentiero – Tommaso Argentiero – Donato  Gianfreda – Nicola Trinchera

  4. smemorato ha detto:

    Sono passate più di tre settimane da quel ‘fatidico’ pomeriggio di venerdì 17 febbraio, quando il sindaco Luigi Caroli, con una decisione, definita, sottovoce, da qualche assessore uscente ‘un fulmine a ciel sereno’, azzerava la Giunta comunale della città di Ceglie Messapica. Nella lettera di revoca della giunta il primo cittadino cegliese, dopo aver ricordato >continua

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...