sacrificio annunciato


La trota di Calderoli - Il ministro Roberto Calderoli mostra una trota pescata nel lago di Calalzo (Stefano Cavicchi)

Unberto Bossi: «tutti uniti. La pulizia è già in atto e c’è già chi la deve fare».

«Sono giorni di passione, di dolore ma anche di rabbia per l’umiliazione, l’onta subita di essere considerati un partito di corrotti»: Roberto Maroni.

Ragazzi questi sono maestri della dissimulazione e mancano totalmente di dignità. Amici “padani” non fatevi prendere ancora una volta per i fondelli, mandateli tutti a casa!

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

18 risposte a sacrificio annunciato

  1. pino santoro ha detto:

    I controllati che diventano controllori? Sarà una pulizia che più bianco non si può.

    • smemorato ha detto:

      Hanno un’abilità nel gioco delle tre carte che ci lascia turbati per la sfacciataggine. Saranno convinti di avere un elettorato beone e cretino. Sapranno punirli?

      • Credo che si raccoglie sempre ciò che si è seminato.
        Hanno ridotto il “proprio popolo” ad uno stato bestiale.
        Credi che i padani incazzati sapranno distinguere tra la santità di un tribunale e l’efficacia di una forca in piazza?
        Che gli venga quello che meritano!
        Pietro Santo

  2. pino santoro ha detto:

    Intanto Telepadania fallisce ed i suoi debiti dovrà pagarli anche i cittadini di Roma ladrona http://www.you-ng.it/index.php?option=com_easyblog&view=entry&id=594&Itemid=89

    • Pino
      anche noi dovremo incazzarci!
      E, visto che sappiamo usare le posate meglio dei barbari, significa che, prima di metterci a tavola, per farli a pezzi, ci laveremo le mani e ci metteremo il tovagliolo!
      Ma a pezzi bisogna farli!
      Pietro Santo

  3. smemorato ha detto:

    Con le mani pulite si lavora meglio, inoltre si controlla meglio lo sporco.

  4. smemorato ha detto:

    «Sono giorni di passione, di dolore ma anche di rabbia per l’umiliazione, l’onta subita di essere considerati un partito di corrotti» Roberto Maroni.

    Ragazzi questi sono maestri della dissimulazione e mancano totalmente di dignità. Amici padani non fatevi prendere ancora una volta per i fondelli, mandateli tutti a casa!

    • Pensa tu, i boss hanno arringato, balbettando, poverini, insulti razzisti.
      I (corrotti) corruttori di giovani trote non sarebbero nati nella meravigliosa terra del Po.
      I maggiori responsabili del crollo della lega sono immigrati!
      Magari oltre il Tronto credono alla Befana e a Babbo Natale!

      • smemorato ha detto:

        Noi illusi desideriamo una rifondazione della Repubblica, non si può continuare così. La nostra dignità, la casta se la mangia a pranzo e a cena tutti i giorni.

  5. Hai ragione. Bisogna organizzarsi da subito per affrontare la sfida decisiva, quando l’innocuo Vecchietto sarà costretto dai fatti a sciogliere ed a mandare a casa questa masnada di pagliacci delinquenti.
    C’è il rischio che la gente esasperata dia l’assalto ai palazzi. Quando questo accadrà la ministra ed i suoi compari lasceranno cadere quelle maschere grintose e correranno come lepri davanti ai cani. Pensa alla piangente che si tiene la gonna tirata mentre corre a gambe levate!
    Bisogna prepararsi per la ripresa della democrazia. Bisogna ridare speranze alla gente bisogna ridare fiducia al popolo.

    • Guarda un poco!
      Noi pensavamo di affilare le armi e questi ci danno un altro colpo di spread.
      Qualcuno dei presenti sa trovare una relazione tra questo infame spridd, che anche quando non lo vedi è in agguato dietro l’angolo come un masnadiero, e il costo complessivo della corruzione e della politica (che vanno sempre insieme come per una maledizione!)?
      Qualcuno, bravo con i numeri, incominci a preparare i conti dell’evasione, del malaffare, degli sprechi, così nel “giorno del giudizio” gli sbattiamo lo “spread” sui denti, a questi delinquenti “scelti”.
      Pietro Santo

      • smemorato ha detto:

        Il verme della speculazione ha troppe teste bicefale. Prima delle elezioni la Spagna era più affidabile perchè c’era una speranza di cambiamento, ora il governo nuovo c’è e la Spagna non va bene, ne inventano una al giorno per farci mancare il futuro e i risparmi per difenderlo. I nostri intanto si gingillano con le congiure di palazzo invece di pensare a una santa alleanza contro il demonio della finanza senza limiti e controlli.

  6. Quando scoppierà il caos planetario a causa dell’insaziabile voracità della finanza dei banchieri, l’unica valida difesa sarà l’arroccamento nei municipi. Meglio dotarsi nel frattempo di buoni sindaci e fare esercizio di democrazia elementare.
    I contadini torneranno a contare nelle assemblee e nelle comunità, come gli artigiani.
    Pietro

  7. Tu dici che verranno i leaders nazionali?
    Oltre alla lega hanno tutti dei problemi da sbrigare nelle procure, ma forse è preferibile una visita in Procura che affrontare il “guazzabuglio” (minestrone?) alla brindisina.
    Con chi farà il comizio Bersani, con Consales o con Brigante?
    Casini ha maggiori possibilità di scelta, tra due liste con Consales e due col destro D’Attis, salvo qualcosa che mi sfugge.
    Anche Fini ha varie opzioni, che lo costringono a gambe divaricate.
    Per Vendola invece la situazione è veramente tragica, perché i suoi uomini (non i suoi elettori, bisogna sottolinearlo!) sono sparpagliati tra le liste che più hanno avversato Vendola e la Primavera Pugliese della recente stagione politica regionale, realizzando più che l’unità della sinistra l’unità dei nemici della sinistra!
    Non credo che verranno.
    Tu dici che hanno una faccia da culo?
    Pietro Palmisano

    • Pietro Santo ha detto:

      Mi sembra che l’unico che non è venuto a Brindisi in questo mese sia Vendola. Immagino che non abbia paura. Credo si tratti di pudore, perché gli toccherebbe prendere a calci nel sedere tutti quanti hanno usato e speso il suo nome per trovare un posto sul carro del favorito.
      Fino a oggi fa la figura migliore.
      Sicuramente festeggerà insieme a noi, se avremo la forza di mandarli a gambe all’aria questi miserabili.
      Se invece li lasceremo prevalere, dopo l’8 maggio saranno anche cazzi amari a Bari.

      • smemorato ha detto:

        Vendola è un leader intelligente, supera di gran lunga coloro che hanno una visione politica che non li conduce oltre la lunghezza del loro naso.

  8. Pietro Santo ha detto:

    Bisogna trovare una soluzione, perché siamo in una tragedia!
    Vendola è un leader intelligente, ma SEL mi sembra un povero essere invertebrato e acefalo, tagliato in tanti pezzi che vanno ognuno per conto proprio.
    Poi ci stanno altri pezzi della sinistra che sembrano tutti sordi e ciechi: non sentono i compagni e vanno avanti senza sapere dove.
    Stiamo dentro la tragedia, come si esce?

    • smemorato ha detto:

      Purtroppo il periodo della fabbrica è rimasto su basi teoriche, poi è prevalsa la praticità dei soliti noti che sanno nuotare in un ambiente non sempre trasparente come l’acqua pura. Occorre che Vendola si occupi anche di costruire una struttura, non solo teorica, con gente di cui fidarsi. Non è un processo breve, ne immediato, ma è irrinunciabile altrimenti Grillouomoqualunque giocherà senza ostacoli il suo inconsistente, ma proprio per questo, asso vincente. Hai ragione siamo alla tragedia, ma resisti mi raccomando!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...