lettera aperta, in occasione del primo Maggio


Caro Pietro, quest’anno la festa dei lavoratori cade in un periodo in cui quel diritto al lavoro, base primaria della nostra Costituzione, traballa sotto l’attacco di chi, vuole uscire dalla crisi economica, caricandola interamente sulle spalle di chi produce. Ci raccontano che vogliono riformare quel diritto per permettere un ricambio a favore dei giovani. Nulla da dire se ciò non fosse realizzato a spese di chi un lavoro ce l’ha ed è costretto a stringerlo a se, a causa dell’ultima riforma della previdenza sociale che ha allungato i tempi di uscita dall’attività produttiva. Tempi lunghi, a tal punto da mettere in difficoltà migliaia di lavoratori che, prima dell’entrata in vigore della riforma, avevano preso accordi coi datori di lavoro per un’uscita in mobilità per periodi accettabili. Molti di questi lavoratori si trovano ora in attesa di rimanere senza stipendio e senza pensione, altri sono già ora in quelle condizioni. Inoltre in un mercato in cui i datori di lavoro illuminati sono pochi, c’è sempre chi trova nuovi modi per sottopagare il lavoro. E’ per questo che il 1° maggio deve essere una giornata di festa, ma anche una giornata di lotta e di rivendicazione dei diritti dei lavoratori messi pesantemente in dubbio.
La crisi economica sta comportando un impoverimento continuo, questo oltre una certa soglia può mettere in serio pericolo la stessa democrazia. Il rilancio dello sviluppo e dell’occupazione è l’unico orizzonte di speranza che può ridare spinta alle nuove generazioni. E’ vero, la vera ricrescita economica dipende essenzialmente dall’aumento dell’occupazione, ci viene dichiarato ogni giorno dai responsabili del mondo; in realtà non vediamo altro che una continua emorragia di posti di lavoro che a forza di tagli per la riduzione della spesa pubblica non potrà che continuare. Tutto questo lo conosci, per esperienza diretta, ne hai e ne abbiamo scritto su questo blog. Anche per questo hai preso la decisione d’impegnarti in prima persona per tentare un miglioramento, un cambio di direzione; ti sostengo e ti auguro di riuscire, di poter, dal 10 maggio in poi, fare in modo che inizi un percorso di cambiamento.

Per costruire un forte movimento per
UNA RIVOLUZIONE ALLA LUCE DEL SOLE, il prossimo
6 e 7 maggio VOTIAMO PIETRO PALMISANO
sul primo rigo in alto a sinistra

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in Brindisi, economia, politica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

12 risposte a lettera aperta, in occasione del primo Maggio

  1. smemorato ha detto:

    Il segretario della Cisl, Nanni Tosco, nel chiudere il comizio in piazza San Carlo a Torino ha detto: «Il governo Monti ha fischiato un rigore contro di noi, ma il fallo lo hanno commesso altri! Senza una stagione di crescita, continua e qualitativamente nuova, non basterà a salvare l’equilibrio dei conti pubblici, ad abbassare lo spread, a rispettare gli accordi con l’Europa. Finora quello che è stato fatto per la crescita e l’equità si sta dimostrando insufficiente per la prima, sbagliato per la seconda».

    Ha aggiunto: «Liberalizzazioni e semplificazioni non bastano. Il sistema finanziario del nostro Paese ha saputo reggere fino ad ora l’urto dello scoppio della bolla speculativa internazionale. Non vorremmo che la litania che ci viene ripetuta e ci ripetiamo noi stessi che dopo questa crisi epocale lo cose non saranno più come prima, alla fine risultasse valida per tutti. Meno che per le cedole dei grandi azionisti e i benefit del top management delle banche. L’Europa e l’Italia devono cambiare politica economica, ritornare a crescere e a creare posti di lavoro».

    All’inizio delle manifestazioni per la festa del primo maggio il sindaco Fassino è stato contestato.

  2. cnm ha detto:

    Una festa triste, oggi. Non resta che sperare che il prossimo anno il clima migliori, troppa disoccupazione, troppa disperazione.

    • smemorato ha detto:

      Indubbiamente! Però, a chi è arrivato alla catena di Santantonio della tecnica di governo, occorre reagire democraticamente, resistendo alla tentazione di lasciar correre e mollare ai grilluomoqualunque e ai dipietrilipoti. Votare è un diritto, una volta si diceva che era anche un dovere. Io penso che sia veramente un dovere degli uomini di buona volontà che vogliono bene al bene comune.

      • Pietro Santo ha detto:

        Le tragedie non finiscono mai.
        Avete letto che oggi c’era una ditta di Roma che lavorava a L’Aquila e un lavoratore edile rumeno è morto dopo la caduta da una impalcatura?
        Non chiamatemi fazioso.
        La colpa è del sindaco fascista e xenofobo della Capitale. Se volete ve lo dimostro, ma non serve a riportare in vita un extracomunitario che per rendersi accetto agli “ospiti” (maledetti!) lavora nel giorno della nostra festa più importante!
        Anche a Brindisi il rappresentante di un governo fascista ha cercato di negare la piazza principale della città alla manifestazione dei lavoratori indetta dalla CGIL.
        La manifestazione l’abbiamo fatta, ma questo governo resta fascista come il sindaco di Roma.
        Pietro Palmisano

  3. Pietro Santo ha detto:

    INVITO A TUTTI I BRINDISINI DI ORIGINI CEGLIESI
    (rullio dei “Cunocchia”: durudu-durudu-durudundundu)
    Il 6 e 7 maggio a Brindisi per il Consiglio Comunale
    VOTATE IL VOSTRO CANDIDATO: Pietro Palmisano
    (durudu-durudu-durudundundu)
    Si avvisano tutti i Cegliesi a Brindisi che
    il nostro cancidato al Consiglio Comunale
    per una vera rivoluzione alla luce del sole
    è PIETRO PALMISANO per il Sindaco Roberto Fusco
    (durudu-durudu-durudundundu)
    Il primo rigo in alto a sinistra sulla scheda
    PIETRO PALMISANO

  4. Pietro Santo ha detto:

    DURUDU-DURUDU-DURUDUNDUNDU

    Cari Compagni del PD candidati a sostegno del governo Monti!
    Se non lo sapete, state dando una botta mortale al movimento!
    Ma pure chi vi vede, insieme agli scarti della vecchia giunta e
    della defunta maggioranza al comune e al parlamento!

    DURUDU-DURUDU-DURUDUNDUNDU

    Cari Compagni del PD abbiate uno scatto d’onore
    staccatevi da questi opportunisti della politica, fino a Domenica 7
    siete sempre in tempo! Lasciateli da soli! Se li chiamate COMPAGNI
    si offendono! Non sono come voi, sono pagnottisti!
    Voi no, una volta eravate “classe”! Dov’è la vostra classe?

    DURUDU-DURUDU-DURUDUNDUNDU

    COMPAGNI del PD, obbedire alla vergogna è VERGOGNA!
    Ribellatevi! Non confondetevi con gli amici degli aguzzini!

    DURUDUNDUNDU

  5. smemorato ha detto:

    DURUDU-DURUDU-DURUDUNDUNDU!
    DURUDU-DURUDU-DURUDUNDUNDU!
    DURUDUNDUNDU!!!

  6. Pietro Santo ha detto:

    Modi di dire-Tarallini o tarallucci….e vino?

    Mi piacciono i tarallini, fatti con la farina del nostro poco grano, col vino della nostra scarsa vigna ed infine col finocchio che cresce abbondante e selvatico nelle nostre contrade e la goccia di miele d’olivo antico della murredda.
    Sapete che piacciono anche agli “altri”, chi non li ha mai sudati e non si è mai punto dei nostri “vasapieti”.
    Si facevano nelle nostre case ed erano insieme col pane fatto in casa lo strumento dell’ospitalità più affettuosa e disinteressata.
    Finita la premessa.
    Nei giorni scorsi ho fatto una campagna elettorale senza rispetto umano. Qualcuno mi ha rimproverato in privato di aver messo in discussione anche relazioni personali. E’ VERO. NULLA SARA’ PIU’ COME PRIMA.
    Niente più, per nessuno, tarallucci e vino.
    Solo tarallini, per i buoni!

  7. smemorato ha detto:

    O taralli o tarallini saranno sicuramente buoni con farina, olio, vino e finocchio selvatico della nostra terra rossa!

  8. Pietro Santo ha detto:

    GIOIE-TO SABZI’ dicono in oriente!
    C’è un posto (verde) erboso, (libero) per te, che ti attende.
    Quando verrai, non solo taralli.
    Tante cose anche per chi è con te!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...