break news



«Grazie a tutti, ragazzi. Godiamocela, ce la siamo meritata. Io c’ero, voi c’eravate. Noi c’eravamo. E ci siamo, finalmente. Siamo tornati», commenta il capitano. Dopo gli anni tribolati di Calciopoli e della serie B, Del Piero si gode la vittoria e dalle pagine del suo sito ufficiale ripercorre tutte le tappe partendo dalla “vecchia Juve”, spazzata via nell’estate del 2006. «Quando vincevamo, sempre. Sul campo, più di tutti. Quando siamo caduti. Quando non sapevamo che fine avremmo fatto. Quando l’abbiamo saputo, e l’abbiamo accettato. Lottando per rialzarci. Quando siamo entrati in campo a Rimini. Quando gli altri festeggiavano. Quando noi stavamo a guardare. Quando speravano che non saremmo mai tornati. Quando abbiamo cominciato a risalire. Quando non riuscivamo a ritrovare la strada. Quando l’abbiamo ritrovata: vincendo», scrive il n.10 della Juve. «Questa – dice Del Piero – è la nostra festa, conquistata fino all’ultima goccia di sudore. È la festa di tutti quelli che ci hanno sempre creduto. È la festa di tutti voi tifosi juventini che al posto di abbandonarci avete fatto sentire ancora più forte la vostra voce. È la festa di quelli che hanno esultato per un gol in serie B come per quello che è valso lo scudetto. È la festa, perchè no, degli avversari (non tutti) che ci hanno sempre rispettato». Poi l’omaggio ai compagni: «È la festa di Balzaretti, Belardi, Bianco, Birindelli, Bojinov, Boumsong, Buffon, Camoranesi, Chiellini, De Ceglie, Giannichedda, Giovinco, Guzman, Kovac, Lanzafame, Legrottaglie, Marchionni, Marchisio, Mirante, Nedved, Palladino, Paro, Piccolo, Trezeguet, Venitucci, Zalayeta, Zanetti, Zebina. Allenatore Deschamps. E doveva finire così -conclude Del Piero-, non ho mai smesso di crederci. Grazie a tutti, ragazzi. Godiamocela, ce la siamo meritata. Io c’ero, voi c’eravate. Noi c’eravamo. E ci siamo, finalmente. Siamo tornati». Firmato Alessandro.

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in storia e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a break news

  1. j.b. ha detto:

    Si, sono trenta, ma la terza stella difficilmente arriverà, chissà qual’è la sorpresa di Andrea A.

  2. smemorato ha detto:

    C’è poco da sorprendere. Meglio pensare alla finale di Coppa Italia, chissà che raggiungendo quota 10 non si abbia diritto a una coccarda fissa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...