a (grande) richiesta dall’archivio: cynodon dactylon golfinium


Secondo l’enciclopedia più famosa della rete, la Gramigna (Cynodon dactylon) è la pianta infestante più conosciuta al mondo, è verosimile che i cegliesi nel mondo la ricordino, nonostante le loro braccia, loro malgrado, siano state da tempo strappate all’agricoltura. Essa appartiene con tutta evidenza alla famiglia delle graminacee, molto competitiva, è adattissima all’impiego in campo sportivo, presenta un esteso apparato radicale, che può arrivare a 2 metri di profondità, se non trova più terra (molto probabile a Ceglie) si accontenta di uele notoriamente elastico e quindi adatto al rimbalzo. Viene anche utilizzata in tappeti erbosi con clima caldo, si tratta della gramigna geneticamente migliorata (cynodon dactylon golfinium), vista la sua elevata resistenza al calpestamento, può essere oggetto di colpi a vuoto e/o a vanvera di giuocatori mazzuolans avventizi. Volgarmente è anche conosciuta con il nome di erba canina, educata allo sviluppo turistico, abbaia solo al decimo colpo sbagliato, raramente morde, ma esclusivamente caddies di origini autoctone. Nonostante si tratti di una graminacea, le proprietà allergeniche dei pollini della varietà migliorata, si distinguono dalle altre piante della famiglia per la loro educazione e i loro modi squisiti. La gramigna ha notevoli proprietà depurative, diuretiche e antinfiammatorie. Fra un colpo e l’altro i giuocatori più anziani e le rispettive consorti potranno rilassarsi con la preparazione di decotti e pozioni per combattere le calcolosi renali, magari abbinando la modica quantità permessa (altrimenti si rovina il manto erboso del campo) ad altre erbe come l’equiseto e la parietaria. Curate cistiti e tamponate le celluliti, migliorerà anche l’ipertensione arteriosa, la stipsi e la stasi biliare. Non resta che augurare buona partita e tante palle per tutti!

gramigna

Quand’ardichela pacce ste i ggrameggne!
None surene none cemunere.
Aqquà ste a morte:
ssettute sobb’a scale de l’arrosce
a ttremende le uecchje scambaggnate
a nniende zitte.
I tutte atturne a se scattà de rresiate
ca bballene i cca zùmbene: pagliacce
tutt’ambriache: sbandasme ca se crètene
da cambà, d’accussì.  …

Il turismo d’elite non porta soldi (di circolo virtuoso) all’economia locale. Occorre insistere sulla gastronomia, l’agriturismo, la valorizzazione dei prodotti agricoli locali e relativi derivati mangerecci tradizionali, quella è la strada che porta lavoro e conservazione del territorio, i campi da golf lasciamoli alle località rivierasche.  (fonte)

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in agricoltura, ambiente, Ceglie Messapica, citazione, cultura contadina, economia, politica, Puglia, tradizioni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a a (grande) richiesta dall’archivio: cynodon dactylon golfinium

  1. taras ha detto:

    golf : popolo = reflusso gastrico : stomaco

  2. Pingback: Gramigna. | Il Diavoletto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...