Oggi pomeriggio, caro Pietro, sono andato a stringere la mano a Nichi Vendola ad Alpignano qua vicino a Collegno: una forza della natura, altro che populista, questo è un grande… non facciamoci oscurare la mente dalle indagini della magistratura per le inezie (anche se moralmente grave la colpa di Nichi dal punto di vista etico mi pare più lieve). Ha parlato una mezzoretta filata seguendo un filo di ragionamento completo e integrando le questioni locali (no Tav in primis) a quelle nazionali a cui mira in questo tour d’Italia per preparare le Primarie.

Lo smemorato di Collegno

La prima buona notizia è che le firme a sostegno della candidatura di Nichi Vendola alla primarie sono state raccolte. Questo è stato possibile anche grazie al prezioso contributo di tutte le compagne e i compagni della provincia di Torino, dove sono state raccolte 2187 firme delle 20000 richieste a livello nazionale. Visitate il sito www.nichivendola.it
Uno dei primi appuntamenti della campagna per le primarie avverrà nel nostro territorio. In particolare
DOMENICA 28 OTTOBRE NICHI VENDOLA SARA’ NUOVAMENTE CON NOI
 
Ecco il programma delle iniziative:
ore 15 – Piazza Berlinguer, Alpignano –
CONSUMO DEL SUOLO? INQUINAMENTO DELLE ACQUE? GRANDI OPERE INUTILI? … OPPURE VENDOLA
Con Nichi Vendola (Presidente di Sinistra Ecologia Libertà), Gianni Da Ronco (Sindaco di Alpignano), Angelo Patrizio (Sindaco di Avigliana), Nicoletta Cerrato (Capogruppo SEL nel Consiglio Comunale di Rivalta T.se) Sandro Plano (Presidente della Comunità Montana Valle Susa)
 
ore 17 – Mercato di Piazza Madama…

View original post 251 altre parole

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in Ceglie Messapica. Contrassegna il permalink.

12 risposte a

  1. Pietro ha detto:

    Certo, in Piazza Berlinguer, stringere la mano a Vendola è come incontrare il Papa a tu per tu in Piazza San Pietro. Un poco t’invidio.

    • smemorato ha detto:

      Pietro per risponderti ho acceso il computer di casa ad un’ora inconsueta per me che vado a lavorare (ma l’ora legale concilia). Non invidiarmi anche perchè, mentre Vendola parlava (come tu sai con passione viscerale tanto da avere di tanto in tanto dei singulti per mancanza di fiato), io pensavo a te e alle nostre conversazioni amichevoli sugli argomenti trattati. Avrei voluto averti vicino invece di qualche “compagno” veramente impresentabile. Ti racconto un piccolo episodio, la piazza è naturalmente di recente nomina (la dedica a Berlinguer è difficile anche in questa zona che una volta denominavano la Stalingrado di Torino); ebbene cercarla con i moderni mezzi cellulari è stato inutile, inoltre un difetto di comunicazione (bastava dire che la piazza si trova sotto l’altissima ciminiera bicolore – bianco rossa – che si vede da tutto il circondario) mi ha impedito la ricerca facile del luogo d’appuntamento. Ma tanto Nichi è giunto con la canonica ora di ritardo… ho fatto in tempissimo, anzi per non annoiarmi ne ho approfittato per firmare i due referendum su art. 8 e 18. Uno dei compresenti, come me cercava il luogo del convito, abbiamo chiesto insieme a più di un abitante di Alpignano indicazioni per Piazza Berlinguer, ma nessuno ne conosceva l’esistenza (!); ho avuto allora la buonissima idea di chiedere ad un’anziana signora che usciva di casa coll’altrettanto anziano marito. All’unisono mi hanno indicato il luogo. Il mio “compagno” di strada si è fiondato lasciandomi con un palmo di naso. Ma io che sono un chiacchierone mi sono consolato con una compagna che faceva la mia strada… alla faccia del “compagno” che ha poi dovutto attendere impaziente il vero “compagno” Nichi… ora vado a lavorare (la Fornero mi ha regalato altri due anni di lavoro che si aggiungono agli altri quattro che già altri m’avevano regalato) per raggiungere il traguardo del 2018, ciao!

      • Pietro ha detto:

        Quanto alla signora coccodrillo, non disperare, ti voglio dare una buona notizia: da sabato è iniziata la raccolta di firme per abrogare la Fornero.
        H a i c a p i t o b e n e A B R O G A R E L A F O R N E R O !
        Andiamo tutti a firmare!

    • smemorato ha detto:

      Si, le dimissioni della Fornero devono precedere quelle dell’intero Governo. Per tua conoscenza riporto di seguito quanto ho scritto sulla bacheca facebook del mio Sindaco Silvana Accossato che ieri lamentavasi così: “Vergognose le celebrazioni della marcia su roma, perô ricordarsi di cosa successe in quei giorni, di come si comportó la classe dirigente ( grandi industriali, agrari, parte della borghesia liberale, il re) che decise di lasciar fare a mussolini pensando di riuscire a controllarlo…. La storia insegna, sempre.”

      Ieri le ho risposto così: “Gli attuali grandi industriali, agrari, parte della borghesia liberale, il re (nel nostro caso il Presidente) cosa hanno fatto di diverso nell’attuare la “marcia contro in nostro welfare e i nostri risparmi”?

      Non avendo avuto accusa ricezione oggi ho ribadito: “Mi piacerebbe conoscere il parere del Mio Sindaco sul paragone da me espresso nel commento precedente; per me il concetto di fascismo abbraccia tutti i casi di mancata democrazia, io penso che l’attuale Governo non sia democraticamente legittimo; non mi si dica che il Presidente della Repubblica è legittimato dalla Costituzione a nominare un Governo di non eletti; non mi si dica che eravamo sull’orlo del baratro, perchè è falso, alla Germania conviene e conveniva che l’Italia non fallisca, la Germania ci ha costretti ai sacrifici che affronteremo nei prossimi 10 anni un po’ per colpa nostra (eccesso di debito pubblico), molto per convenienza sua e degli USA. Ricordate che qualora l’Italia fosse costretta ad accedere al fondo salva stati non farà altro che riprendersi i soldi che abbiamo già versato in quel fondo grazie alle due o tre finanziarie fatte forzosamente in un anno circa da un Governo non legittimato dalla nostra Costituzione, ma imposto da chi ha creato la Crisi: aprite gli occhi il Fascismo di Mussolini è morto, il fascismo da me descritto è vivo e vegeto.”

      Se ricevo una risposta qualsiasi t’informo. Silvana Accossato appartiene al PD.

      • Pietro ha detto:

        Una bella notizia dietro l’altra:
        hanno cercato di rubare in casa della ladra di pensioni della povera gente lavoratrice!
        Ladra di pensioni! Chi la fa l’aspetti!
        Ladra di “diritti” e di “speranze”, pentiti!

  2. alter_ego ha detto:

    La Sicilia elettorale e dei partiti si era svegliata con un brivido di terrore: il candidato di Grillo, Cancelleri, è in testa, soprattutto a Palermo. Sondaggi volanti, exit poll improvvisati, aria annusata nei seggi popolari come quella di Borgo vecchio che è la sentina del voto di scambio e controllato. Ebbene, lì Cancelleri era in testa. Ma poi sono cominciati ad arrivare i dati reali delle sezioni e il grillino di Caltanissetta è cominciato a scivolare al secondo, poi al terzo .

    Quindi finora, ma attenzione la giornata è lunga, si conferma quello che era previsto, cioè il testa a testa tra Crocetta e Musumeci, tra il candidato del Pd e Udc e quello del Pdl, La Destra di Storace e Cantiere popolare dell’ex ministro Saverio Romano. Crocetta è in vantaggio però, innanzitutto tra la provincia di Palermo e di Trapani. Quanto al Movimento 5 Stelle il risultato sarà comunque eccezionale, non solo perché si tratta di un esordio, quanto perché i voti di lista potrebbero raggiungere percentuali record, fino a diventare il primo o il secondo partito, pardon, movimento dell’isola.

    Sicuramente l’onda anomala di Grillo, il ciclone dell’antipolitica, è partito dalle falde siciliane e promette di salire lungo lo stivale: le prossime tappe saranno la Lombardia e il Lazio, fino alle politiche del 2013. Analogamente aumenterà prepotente la disaffezione al voto, come si è registrato in Trinacria con il 47% di votanti. Chi vincerà e andrà a governare sarà dunque legittimato da una minoranza di cittadini e senza una maggioranza all’Assemblea regionale. Con tutti i guai finanziari e occupazionali che si ritroveranno, gli amministratori della Regione dovranno salire a piedi nudi sul Monte Pellegrino e accendere un grosso cero a Santa Rosalia, sperando in un miracolo.

  3. eldiablo1959 ha detto:

    Ormai Nichi è la caricatura di se stesso. Ho visto le foto dell’incontro. Quattro vecchietti in prima fila. Certo che ci vuole davvero tanta ipocrisia a parlare contro la TAV dopo essersi alleato con i PRO-TAV. In Sicilia il risultato è stato da prefisso telefonico. https://fbcdn-sphotos-h-a.akamaihd.net/hphotos-ak-snc7/421697_387974507885347_371446533_n.jpg

    • alter_ego ha detto:

      Scusa Domenico, ma non sono d’accordo con te. La sala era piena di gente di tutte le età, io c’ero e devi credermi, c’erano anche mamme con ragazzi minorenni al seguito. Per quanto riguarda la Sicilia, ieri sera da Fazio, Vendola ha detto chiaramente che S.E.L. era defilata per ovvi motivi di non connivenza mafiosa. Inoltre dovresti sapere che molti astenuti appartengono certamente al bacino di sinistra scontento delle continue divisioni e distinguo. Se alle primarie vince Renzi, alle elezioni S.E.L. si papperà l’ala sinistra del P.D., se vince Bersani non cambierà nulla, se vince Vendola vedrai qualcosa di nuovo sia che vinca le elezioni, sia che vada all’opposizione, credimi quest’uomo non è uguale agli altri quaquaraqua.
      Giacomo (disconnesso per motivi di lavoro).

      p.s.: Per quanto riguarda la T.A.V. tutti i partiti giocano sporco a partire dalla Lega Nord che vergognosamente ha disconosciuto la sua creatura, ovvero il movimento NO TAV. Avrai notato che io non ho mai trattato l’argomento anche se la linea ferroviaria vecchia passa sotto casa mia (a trenta metri dal mio soggiorno) e la nuova linea sconvolgerà l’ultimo tratto di pianura alluvionale ancora dedicato all’agricoltura a pochi chilometri da casa mia. Le grandi opere sono una tazza in cui intingono tutti da oltre trent’anni. Non viviamo con gli occhi coperti di prosciutto. Vendola deve scendere a compromessi come tutti coloro che vogliono governare (e non comandare) una Nazione. E dai!!! I movimenti vanno bene per le questioni locali, il governo di una Nazione di conquista con un partito strutturato su tutto il territorio nazionale. E poi Nichi ha ieri dichiarato chiaramente che in caso di condanna penale nel noto processo per il concorso ASL lascerà la politica, Non credo che sia uno spergiuro come quel menatorrone di Veltroni, buono solo ad imitare al ribasso Martin Luther King di cui non dovrebbe permettersi di macchiare la memoria. Mi fermo perchè devo lavorare. Rifletti!

      • alter_ego ha detto:

        Inchiesta Sanità, Vendola assolto!!!

        L’accusa era concorso in abuso di ufficio per la nomina di un primario dell’ospedale San Paolo
        Stessa decisione per “Lady Asl”
        Il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola è stato assolto dall’accusa di concorso in abuso di ufficio nel processo con rito abbreviato, relativo all’inchiesta sulla nomina del primario del reparto di chirurgia toracica dell’ospedale San Paolo di Bari, Paolo Sardelli.

        Vendola è stato assolto perché il fatto non sussiste. Assolta anche l’ex manager della Asl di Bari Lea Cosentino. All’uscita dal tribunale, Vendola, commosso e con gli occhi lucidi, ha annunciato: “Sono felice, ma non fatemi parlare adesso. Ci vediamo a mezzogiorno”. E sulla presenza del suo compagno Eddy in aula: “Non c’è stato verso, voleva essermi accanto”.

  4. Pietro ha detto:

    Credo di poter dare una ricetta ed un consiglio a Vendola e a tutti quei sinceri compagni che credono ancora in lui.
    Per vincere bisogna cambiare il contesto delle “sue primarie”: gli elettori non vanno cercati nei partiti inciuciati e sfiduciati, ma tra gli astenuti del 52%, che non sono come si dice in giro qualunquisti o controllati dalle mafie.
    Poi fare liste con uomini chiari e trasparenti, puliti e vegetariani. Come noi.
    Consiglio gratuito

  5. smemorato ha detto:

    Ho appena postato:
    Caro diavoletto,
    permettimi di non essere d’accordo con te. Non puoi sempre sparare a zero, senza giustificazioni. Puoi, magari raccontarmi che Bersani è un ottimo tattico ed ancor migliore stratega. Ma non parlarmi di un Vendola asservito. Bersani permettendo a Renzi e Vendola di essere suoi contendenti nelle primarie raggiunge due scopi: tiene a bada l’uno e in caldo l’altro che in caso di sua vittoria, a seconda delle sue convenienze, può essere confermato alleato o sostituito con Casini. Vendola a sua volta gioca le sue poche carte al meglio, non occorrono altre spiegazioni. La magistratura non può essere considerata connivente con la politica, si tratta di un potere autonomo dello Stato. Se non ci crediamo fermamente, possiamo anche smettere di convivere pacificamente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...