le idi di marzo


Le ultime da Arcore raccontano di Berlusconi tentato di candidarsi a premier alla guida del Pdl. È quello che gli hanno suggerito Gianni Letta, Denis Verdini e Niccolò Ghedini. «Se proprio vuoi candidarti – è stato la loro riflessione – non farlo con la nuova Forza Italia, non ti conviene fare un nuovo partito, riprenditi il Pdl. A quel punto chi potrebbe dirti di no?».

Che cosa farà ora Bersani? Anzi, più precisamente: che cosa dovrebbe fare Bersani per non disperdere – come si usa dire – il milione di consensi raccolti alle primarie da Matteo Renzi, così da avviarsi alle elezioni con ancora maggiori chances di successo? E’ la domanda che si fanno in tanti, ora che la Grande Guerra delle primarie si è conclusa.

Per lo spead, il nostro vero ago della bussola politica ed economica, ieri è stata una «giornata positiva, siamo scesi sotto quota 300…», anche se «per me c’è un livello spread a 287 punti base che rappresenta un obiettivo che spero sia toccato». In pratica la «metà di quella quota 574 con cui abbiamo iniziato il nostro percorso», correva il terribile novembre 2011, quando Mario Monti prende il timone di palazzo Chigi. 

Intanto di legge elettorale non se ne parla, il Presidente della Repubblica sta per scadere e le idi di marzo si avvicinano…

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in economia, politica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

3 risposte a le idi di marzo

  1. smemorato ha detto:

    «Ho sempre pensato che sia sensato tenere separate le elezioni regionali e politiche. Dopo di che voglio capire se Alfano e Berlusconi vogliono e come le elezioni politiche a febbraio. Parlare di election day senza capire cosa significa è difficile». Pier Luigi Bersani, oggi a Tripoli, risponde così sull’election day.

    Su una eventuale candidatura di Silvio Berlusconi alle elezioni, sorride: «Auguri… se sarà sfida la faremo. Non vedo l’ora».

    Le priorità post-primarie? «Il dossier più importante è la legge elettorale in relazione allo sbandamento del centrodestra». «Se domani – sostiene il segretario Pd – il Pdl avrà una riunione per decidere la linea politica, per favore ci faccia sapere cosa pensa precisamente, e sul piano politico, della legge elettorale, perché non capiamo più, è la ventesima proposta, e non conosciamo le intenzioni politiche». «Quello che abbiamo fatto non l’abbiamo fatto io e Renzi, non sono voti di Renzi o Bersani. Ticket? Non abbiamo il duopolio, io non pretendo il monopolio ma siamo un collettivo aperto e plurale, discutiamo insieme e poi siamo uno squadrone che vuole servire il Paese».

    E se da un lato Bersani inizia a fare la corte a Renzi, dall’altro il sindaco di Firenze tira dritto per la sua strada. Le “discussioni” su ciò che avviene a Roma “non mi riguardano più”. «Io – ha precisato Renzi a margine dell’avvio della seconda tranche di lavori del nuovo Teatro dell’Opera – sto cercando di sistemare il Teatro dell’Opera, le discussioni mediatiche su ciò che avverrà a Roma nei prossimi mesi non mi riguardano più». «Mi sarebbe piaciuto provare a cambiare l’Italia, abbiamo provato, abbiamo la coscienza a posto ma – ha continuato Renzi – nel momento in cui gli italiani che sono andati al gazebo hanno scelto un altro progetto, uno lascia a chi ha vinto il compito di gestire la partita: non tocca più a me». Per ora quindi nessuna apertura al segretario del Pd. «Il mio futuro è qui in questo ruolo, naturalmente spero che il centrosinistra non perda la grinta che ha avuto in questi tre mesi: tutti noi dovremo dare una mano perché questo accada, senza continuare con le solite discussioni “ticket-non ticket”, “ministro-non ministro”, “parlamento-non parlamento”». «Io faccio il sindaco, e cerco di farlo bene -ha ribadito Renzi-. Interrompiamo le chiacchiere della politica romana».

  2. Pietro ha detto:

    Perché ci sia una degna rievocazione delle famose “idi di marzo”, vedremo Gnazio La Iena che porge un pugnale ad Angelino affinché colpisca a morte l’adorato Silvio e ce lo tolga finalmente dalle stanche scatole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...