piante e dialetto salentino 2


fave e favelle

Il libro Fave e Favelle – Le piante della Puglia Peninsulare nelle voci dialettali: aforismi, modi di dire, farmaci, cosmetici “, è edito dal Centro di Studi Salentini. Il volume si avvale di una presentazione di Silvano Marchiori e un’introduzione di Rosario Jurlaro. Scritto da Domenico Nardone, Nunzia Maria Ditonno e Santina Lamusta, il libro è frutto di una ricerca durata parecchi anni, riporta un ricco dizionario della flora salentina con cui l’uomo ha interagito nel corso dei secoli e dei millenni.
Il volume è strutturato in tre parti. La prima contiene un dizionario delle voci dialettali delle piante ed espressioni attinenti. Nella seconda parte ben 621 schede etnico-botaniche, disposte in ordine alfabetico, esse contengono una descrizione scientifica della pianta, le sue virtù terapeutiche, annotazioni storiche, le diverse denominazioni dialettali, le tradizioni popolari, aforismi e ai modi di dire.
La terza parte contiene una tabella sinottica delle proprietà e degli usi di tutte le piante censite, da quelle coltivate a quelle spontanee della macchia mediterranea.

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in agricoltura, cultura contadina, Messapia, tradizioni, Villa Castelli e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...