Nichi Vendola distingue fra le figure populiste di Berlusconi e Grillo e coloro che li seguono in TV e nelle piazze. Con questi ultimi occorrerà ragionare per ricondurli a un ragionamento di governo e non di mera protesta generica e disomogenea. Come non essere d’accordo?

Lo smemorato di Collegno

Ieri sera alle 21:00 Nichi Vendola ha incontrato i suoi elettori torinesi presso il Gruppo Abele di Corso Trapani a Torino. Erano presenti i capi lista Airaudo, Mattioli e Curto, moderava Gad Lerner che ha introdotto al dibattito rappresentanti della società civile in difficolta per il rispetto dei diritti per lavoro e stato civile. I ragionamenti di Vendola sono stati lucidi e precisi come al solito. Uno in particolare mi ha colpito: ”Il populismo in Italia e in tutta l’Europa rappresenta una deriva molto pericolosa, ma non si batte con l’esorcismo, per questo il centrosinistra deve presentarsi come una coalizione che costruisce un nesso tra la politica e la speranza. Bisogna saper cogliere il senso sociale di rabbia e risentimento che si esprime in tanti settori ma al populismo si deve contrapporre una grande visione riformista che abbia al centro il progetto della giustizia sociale e il rinnovamento”. Egli distingue cioè fra le figure populiste di Berlusconi e…

View original post 44 altre parole

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in Ceglie Messapica. Contrassegna il permalink.

2 risposte a

  1. pietro ha detto:

    In condizioni normali tutti i ragionamenti sono buoni, ma ora non siamo nella normalità.
    L’hai detto a Marta, la tua amica sarda: quel maiale di Berlusconi ha avvelenato i pozzi.
    Se non si disinquina la nostra vita sociale, col ripristino delle regole di democrazia, col ripristino delle leggi civili e penali che il monarca di Arcore ha piegato alla propria fisionomia morale, col ritorno ad un uso “comune” o “sociale” dei media, nessun discorso serio sarà più possibile.
    Questa sinistra si è resa se non complice in malafede almeno vittima consenziente di questo mascalzone: un poco prostituta masochista con maggiorazione della tariffa.
    Con questi bisogna rompere.

    • smemorato ha detto:

      Si, occorre una discontinuità attraverso la quale risorgere, la discontinuità potrebbe persino essere portata dal movimento 5 stelle (non da Grillo) con il suo entusiasmo, mal riposto, ma sempre entusiasmo. Noi “anziani” continuiamo ad essere legati alla forma partito, ma come dice Nichi Vendola, vogliamo giocare ancora la partita politica della nostra vita fino in fondo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...