la Regione Puglia dopo il voto nazionale


voto
Nichi Vendola resterà al timone della sua Puglia rilanciando l’azione del suo governo sino alla scadenza. Il 2015 è il traguardo, ma fino a quando durerà la legislatura nazionale che, in procinto di partire, potrebbe avere vita breve e conseguenze politiche anche sulla situazione Pugliese? Questo è il tema cruciale di questi giorni post-elettorali.

Il leader di Sinistra Ecologia e Libertà non opterà quindi per il Parlamento, resterà in Puglia dove naturalmente proporrà modifiche allo status quo dettate proprio dai risultati elettorali nazionali. Quasi certamente proporrà la riduzione dei costi della politica e il rinnovamento delle cariche con particolare attenzione alle parità di genere. E’ quindi probabile un rimpasto del governo regionale.

La riduzione dei costi della politica avrà due effetti: dare un’indicazione “politica” al movimento 5 stelle e ai suoi sostenitori e sottolineare la rotta relativa alla riforma, già approvata in consiglio regionale, ma applicabile solo dalla prossima legislatura: i consiglieri regionali saranno ridotti da 70 a 50 e la giunta da 14 a 10 componenti, di cui massimo 2 esterni.

Già ora, tramite accorpamenti delle deleghe assessorili, il numero degli assessori potrebbe passare da 14 ad un massimo di 11, approfittando magari dell’elezione nazionale di Michele Pelillo (PD, Bilancio), Nicola Fratoianni (SEL, Attuazione del programma) e Dario Stefàno (SEL, Agricoltura).

Nel tema della riduzione dei costi, rientra anche il discorso delle sostituzioni di alcuni assessori esterni, per Maria Campese, titolare dello Sport, l’abolizione dell’assessorato e l’assorbimento della delega viene data per scontata. In questo caso conterebbe anche il fattore politico: Campese, legata al Prc, si è candidata con la lista di Rivoluzione civile in Piemonte.

Per quanto riguarda la parità di genere, con una riduzione a 11 assessori e sulla base delle ipotesi fatte, la giunta resterebbe composta da 5 uomini e 6 donne. Le proporzioni potrebbero essere invertite con eventuali altre sostituzioni, Vendola intende comunque mandare un segnale chiaro al Consiglio che si appresta a ridiscutere, in sede di riforma elettorale, la doppia preferenza alle urne e la parità nelle liste delle prossime Regionali.

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in Nichi Vendola, politica, Puglia e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

6 risposte a la Regione Puglia dopo il voto nazionale

  1. Giacomo ha detto:

    Leggo che a Ceglie i grillini si riuniscono per far conoscere il movimento alla gente… Dopo che ha raccolto i voti di un quarto dei votanti prevedono anche i fuochi artificiali conclusivi¿¡

  2. Domenico Biondi ha detto:

    Mi sembra logico seguendo… la sua logica. Abbandonare ora il timone della Regione significa perdere un bel po’ di poltrone. Mai e poi mai i nostri concittadini ripeteranno un’esperienza così scellerata ed autolesionista!

    • smemorato ha detto:

      E se si trattasse di semplice onestà intellettuale? Questo ostracismo ad ogni costo mi spaventa. Io cerco di fare ragionamenti politici, cercare il l’uomo o il partito perfetto è tempo perso. Io milito con le mie idee, se qualcuno mi vuole imporre il materialismo storico o la “religione” da prendere o lasciare sbaglia strada. Fra gli uomini politici sulla piazza Nichi Vendola è quello che mi convince di più non con le parole, ma con i fatti. Il movimentismo non può durare, fare politica vuol dire anche avere strutture, cultura economica e capacità di confrontarsi con gli altri senza manicheismi.

  3. ceglieterrestre ha detto:

    La vita è puro bella!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...