ossigeno per la sanità pugliese


medico
Elena Gentile, assessore alla Sanità della Regione Puglia e il Presidente della Giunta regionale, Nichi Vendola hanno tenuto una conferenza stampa durante la quale hanno annunciato: “Abbiamo risparmiato 42 milioni di euro, più di quanto chiedeva il governo, e oggi possiamo fa fronte alle esigenze della sanità, partendo da quelle più acute cioè il deficit di competenze e professionalità nei settori dell’emergenza-urgenza. Per ogni Asl e per ogni policlinico abbiamo previsto assunzioni di medici, infermieri con attenzione particolare a Taranto ed alla provincia ionica”.
“Nelle prossime settimane – ha aggiunto l’assessore – questo percorso si concluderà con la definizione del piano operativo. Nel sistema potremo immettere almeno altre 800 unità, in totale 1.600 entro giugno, andando incontro al fabbisogno verificato. Conclusa la fase del piano di rientro e la riorganizzazione dei presidi temporaneamente svuotati di alcune competenze ma pronti ad accettare altri servizi”.

“Sono ossigeno queste unità. Eravamo al collasso, colpa del blocco del turn over. Abbiamo usato – ha spiegato Nichi Vendola – questa fase dura e drammatica per riflettere approfonditamente su come si potesse modernizzare il sistema dell’offerta sanitaria. Abbiamo trasformato un elemento di crisi del sistema: quel piano di rientro è stato costruito e immaginato per rendere la mia amministrazione responsabile di ciò che ci veniva imposto da Roma”.

“Abbiamo proceduto – ha aggiunto Vendola – verso il risanamento delle finanze, siamo arrivati a questo punto ed ora ripartiamo dal lavoro fondamentale dei medici e degli infermieri. Da oggi cambia la musica per tutti: a nessuno è consentita sciatteria o indifferenza nei propri doveri. L’epoca della tolleranza è finita. Abbiamo i macchinari, abbiamo il personale, da oggi ognuno si assume proprie responsabilità”.

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in Nichi Vendola, politica, salute e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...