no, tu no!


All’ombra dell’ulivo, accanto al trullo, ascoltavo alla radio hit parade, era il 1968 e c’era stata la rivoluzione in primavera, avevo dodici anni e non me n’ero accorto. No, non ci ero andato, anch’io… ascoltavo Enzo alla radio.

Enzo Jannacci apparteneva ad una stagione culturale grande e meravigliosa. Alla luce di quella meraviglia è cresciuta la mia generazione e che peccato essere ora in balia di una classe politica che è riuscita quasi a cancellare quella meraviglia. Se ne stanno andando via, uno dopo l’altro, quegli uomini semplici, ma profondi che ci hanno fatti grandi negli anni del boom economico che fu anche frutto di una cultura semplice, ma solida.

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in jazz e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a no, tu no!

  1. carolemico ha detto:

    Ciao Giacomo.
    Buona Pasqua a te e a tutta la tua famiglia.
    Auguri anche a tutti i lettori del tuo blog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...