articolo 1


L’Istat ha reso noto che a fine marzo 2013 il tasso di disoccupazione si è attestato all’11,5%, invariato rispetto a febbraio e in aumento di 1,1 punti percentuali nei dodici mesi. La disoccupazione giovanile aumentata dello 0,6% rispetto al mese precedente, attestandosi al 38,4%. Il tasso di inattività (individui tra i 15 e 64 anni) si è attestata al 36,3%. Gli occupati sono 22 milioni 674 mila, in diminuzione dello 0,2% rispetto a febbraio (-51 mila). Il calo riguarda la sola componente femminile. Su base annua l’occupazione è diminuita dell’1,1% (-248 mila). Il numero di disoccupati, pari a 2 milioni 950 mila, diminuisce dello 0,5% rispetto a febbraio (-14 mila). Il calo interessa sia la componente maschile sia, in misura più lieve, quella femminile. Su base annua la disoccupazione cresce dell’11,2% (+297 mila).

Speriamo che l’ex Presidente dell’Istat Enrico Giovannini tenga presente questi dati nell’esercizio delle sue funzioni di Ministro del Lavoro e delle politiche sociali.

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in Italia e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

4 risposte a articolo 1

  1. ceglieterrestre ha detto:

    Er primo de Maggio

    Quarchiduno me spiega oggi
    er primo der mese de maggio
    che c’è da festeggià?
    Pemme ce sò troppi poracci
    che nun cianno er posto pe lavorà
    e quasi gnente da magnà.
    Ce so certi vecchiarelli
    che p’arimedià du sordarelli
    so costretti a sudasse pe vive
    e così lèveno puro er posto
    a quarchidunantro.
    Me sa che c’è quarcosa
    ne la mattamàtica che nun quadra.
    Eppoi co sto marcontento
    che senzo cià fa sta festa?
    Sò anni che sò annata ‘n penzione
    ma nun ce riesco.
    Me piacerebbe annà su li monti
    pe vedè volà l’aquilone.
    Me piacerebbe annà ar mare
    pe vedè calà er sole.
    Me piacerebbe annà pe prati
    pe riccoje le cicoriette.
    -Cocca m’arincresce è mejo
    che ci arinunci e tiri a campà.

    franca bassi

    Ne li tempi antichi, sta festa se faceva pe l’onorabbilità de la bona staggione ch’arrivava con tanta frutta e fiori e se portava via la cattiva staggione co tutto er negativo.

  2. ceglieterrestre ha detto:

    Me sa che er peggio deve incora arivà. Nun è pe fa’ la pessimista, ma l’aria c’arespiramo nun è bona!
    😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...