Robertì iesc, tuocc ‘e femmn, va arrubbà ma smettila di scrivere cazzate


La sinistra radicale napoletana, tra le più immobili e reazionarie del panorama politico europeo, sconta la miopia di aver sempre interpretato la camorra come una sorta di resistenza antiborghese, come una risposta alla miseria.
http://espresso.repubblica.it/opinioni/l-antitaliano/2014/09/30/news/come-sei-vecchia-sinistra-radicale-1.182318

Blog Antifa Vesuvio

21 JUN 2007. ROME, LITERATURES FESTIVAL: THE INDIAN WRITER,  VIKRAM CHANDRA AND THE ITALIAN WRITER, ROBERTO SAVIANOGli articoli di Roberto Saviano oramai non vanno più analizzati e contestati, nè tanto meno occorre impegnarsi in lunghi editoriali nei quali bisogna ribattere colpo su colpo alle innumerevoli cazzate conformiste e piccolo borghesi che la sua delicata penna ci offre dalle pagine dei grandiosi quotidiani coi quali collabora mister Gomorra.

View original post 605 altre parole

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in articolo, citazione, Roberto Saviano. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Robertì iesc, tuocc ‘e femmn, va arrubbà ma smettila di scrivere cazzate

  1. Pietro ha detto:

    Piace pure a me.
    Povero Robertino che figura di mmmerda!
    Lo pagano proprio tanto?

    • Pietro ha detto:

      Adesso che pregiudicati di FI governano e legiferano insieme a pregiudicati di PD e di tutte le altre ditte consociate, in un connubio scellerato più forte di qualunque mafia, scriverà la continuazione di “gomorra”?

  2. smemorato ha detto:

    “Roberto Saviano = verbo sanatorio”
    non per noi però…

    • Pietro ha detto:

      Si rende necessario un chiarimento. Quando diciamo che Saviano può sbagliare nel giudicare la politica della sua città non significa che sbaglia pure ad avere autentica “paura” del braccio armato della camorra. Che anche la onorevole Capacchione ha in testa una notevole confusione: mentre ha una grande lucidità nell’intuire l’esistenza di una “borghesia mafiosa” ne frequenta e si integra nei complici dei complici politici.
      Come ha detto qualcuno nei giorni scorsi bisogna essere eroi per essere ottimi magistrati!
      Io aggiungo che bisogna essere eroi anche per essere buoni giornalisti e perfino per essere soltanto buoni cittadini.

      • smemorato ha detto:

        Un link privo dell’accompagnamento di una presa di posizione, può sicuramente essere considerato incanalato nel solco aperto dal post. Mi pare giusto riempire la lacuna. Dici bene, oggi più che mai, occorre coraggio anche per essere semplici cittadini. Chi aggiunge alla cittadinanza la qualifica di testimone e censore della realtà da raccontare, deve esercitare eroismo. Saviano e Capacchione posseggono gradazioni assimilabili di quell’eroismo che, non riusciamo più a pretendere spinto alle estreme conseguenze, in un Paese combinato come il nostro.

  3. Pietro ha detto:

    Non c’è alcuna lacuna da colmare. E lascia che pure io ti dia ragione su un altro concetto spesso sottinteso: nel nostro disgraziato paese ciò che dovrebbe essere normalità è ormai vissuto soltanto da un manipolo di uomini eccezionali che si oppongono alla ordinaria inumanità dell’illegalità. Cittadini “diversi”, siano magistrati o giornalisti, imprenditori o semplici lavoratori, uomini e donne, che ogni giorno vivono avendo rispetto estremo di se stessi.

    • smemorato ha detto:

      Non riusciamo più a pretendere di essere normali nell’esercizio del dovere/diritto di essere cittadini, ogni notizia che ci raggiunge contiene la negazione di questa normalità. E non ricordo neanche più l’inizio di questa deriva, vabbè che sono smemorato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...