non Podemos!


non podemos nunca mas cambiar

L'altra Italia

podemos

Perché in Grecia e in Spagna sì, in Italia no? Perché l’Italia è come la Polonia anziché come la Spagna, un Paese di destra che vuole curare il disagio sociale con le balle fasciste di Salvini.

Non bisogna però dimenticare che nel 2011, mentre a Madrid nasceva il movimento degli Indignados, premessa di Podemos, in Italia alle elezioni amministrative di metà maggio da nord a sud vincevano i sindaci arancione, fuori e contro il sistema dei partiti tradizionali. Un mese dopo, 26 milioni di italiani votarono i referendum sull’acqua pubblica, osteggiati dagli stessi partiti. Ma ad avvantaggiarsi guidando quell’onda non sono stati movimenti di una nuova sinistra, ma Grillo che ha fatto strada a Renzi. Infatti, il Movimento 5 Stelle cresceva fino al 25%, ma quei voti sono rimasti congelati, mentre Renzi ha preso il posto di Bersani vittima sacrificale di Grillo e Letta troppo poco sponsorizzato, per poter reggere…

View original post 160 altre parole

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in Ceglie Messapica. Contrassegna il permalink.

2 risposte a non Podemos!

  1. Pietro ha detto:

    Sono ottimista per due motivi:
    Primo, non ho ancora deciso di suicidarmi (ma questo verbo non è nel mio dizionario, gli farò prima il culo a questa casta!).
    Secondo: siccome non c’è due senza tre, e i nostri colonnelli lo sanno, presto cambieranno rotta prima che il popolo s’incazzi davvero. Diciamo la verità, ai Greci ed agli Spagnoli la Troika ha rotto i coglioni prima e molto più che a noi.
    Ergo, dal primo politico attivo o in dorata pensione fino all’ultimo giornalista iscritto, la casta chiederà che gli vengano dimezzati tutti gli emolumenti, senza rompere più i coglioni ai poveracci ed agli operai ed ai lavoratori tutti occupati e disoccupati: meglio un politico o un giornalista vivo e con lo stipendio dimezzato che tanti politici e giornalai capitozzati.
    Se il popolo s’incazza…altro che podemos, matamos…
    Perciò meglio cambiare musica!

  2. smemorato ha detto:

    Attendo con ansia il cambiamento di musica, ne ho basta di requiem e de profundis, avanti con le mazurke e le polke.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...