I trulli sono nati a Ceglie Messapica.


Comunque sia ho abitato un trullo per almeno quattro anni della mia vita… anzi non un trullo, quattro!

Il Diavoletto

Ho le prove e le pubblicherò fra poco. I primi trulli con il caratteristico cono si chiamavano “casedde” o “caselle”e sono tipiche dell’agro di Ceglie Messapica. Questa tipologia costruttiva si è poi diffusa a raggiera avvendo come baricentro proprio questo territorio. Se non fossero arrivati i barbari avremmo avuto a dieci minuti da noi un fiabesco paesino imbiancato di trulli appollaiato sulla terrazza che domina il Salento e la pianura tarantina. Nell’immagine sottostante un’irriconoscibilissima Villa Castelli agli inizi del ‘900. (Foto dal diario fb di Lino Chirulli).

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-frc3/t31.0-8/622398_477272078951236_2047284020_o.jpg Villa Castelli-fine ‘800-inizio ‘900: via Delle Rose(già via Masaniello) e, sullo sfondo, il vecchio Municipio(Palazzo Ducale) con la corona dei primi trulli del paese. All’epoca il centro storico annoverava più di cento coni, una piccola Alberobello… Poi, lo scempio dell'”Era Moderna”… (Dal diario fb di Lino Chirulli).

E a proposito di Villa Castelli. Domani sera alle 20,30 in piazza…

View original post 24 altre parole

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in Ceglie Messapica. Contrassegna il permalink.

3 risposte a I trulli sono nati a Ceglie Messapica.

  1. Pietro ha detto:

    Erroneamente credevo che il mio trullo fosse rivolto ad EST, invece dopo attenta osservazione riscontro che è “orientato” con l’ingresso in direzione SUD-EST. Esattamente la direzione delle Città Sante Gerusalemme e Medina…. A guardare bene molti trulli della stessa zona hanno la medesima fattura e lo stesso orientamento.

  2. smemorato ha detto:

    Nuovo Testamento e Corano vengono calpestati in questi giorni malnati; se ti capita, uscendo dal trullo, rivolgi una preghiera a nostro Signore Unico e Misericordioso, affinchè ci perdoni.

    • Pietro ha detto:

      Non solo in questi giorni e non soltanto qua vicino l’umanità è calpestata e uccisa.
      Caro Giacomo, tutte le mattine, quando m’affaccio sull’uscio del trullo a Ceglie o della casa a Brindisi (anche questa guarda a S-E, casualmente), prego i nostri Buoni Dii di proteggerci dai mascalzoni che governano la guerra e dai loro lacché frequentatori di funerali pubblici. Contro di loro non possiamo più nulla: solo i suddetti Buoni Dii ci possono salvare se gli mandano una peste intelligente a portarli tutti all’inferno!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...