10 11 12 a Malindi, a Malindi!


Dalle spiagge di Malindi, l’ex premier segue a distanza quel che accade al suo impero traballante, se meditasse di rimanerci a Malindi e per sempre…! Scolpiremmo nelle nostre memorie un conteggio progressivo che il gioco dei numeri assegnano alla data di oggi: 10 11 12! Silvio sta per fare i conti con i codici…! «È stressato. È come se Cristiano Ronaldo fosse costretto a giocare in serie C». Così metaforizza il medico personale di Silvio Berlusconi, Alberto Zangrillo. Come sempre la piaggeria a pagamento si spreca in paragoni improbabili ed improponibili, ma si presta bene a rappresentare lo stato d’animo del Cavaliere che si è sempre considerato, con innegabile modestia e senso della misura un fuoriclasse! Bene che ci vada fuori della nostra classe! Vorremmo continuare a studiare ed applicarci senza il disturbo di un continuo chiacchiericcio sulle magnifiche sorti e progressive di un superio della ricchezza a scrocco.

Qualcuno ha già provveduto a s…….. in un occhio 😉

Informazioni su smemorato

senza nulla a pretendere
Questa voce è stata pubblicata in giustizia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a 10 11 12 a Malindi, a Malindi!

  1. Pietro ha detto:

    E che scroccone!
    Milioni di milioni ci ha rubato.
    Dopo un ventennale autoriciclaggio i figli e le figlie dello scroccone si fingono Imprenditori maiuscoli, a volte si atteggiano pure a cittadini e sputano sentenze come il degno padre.
    Quando un tribunale Italiano priverà questo porco dei milioni di milioni rubati allora si che sarà un bel giorno per la c. d. Democrazia!
    I soldi bisogna togliergli, le puttane gliele lasciamo (se gli piace tanto gli possono fare compagnia!).
    Non sarà vera democrazia se gli altri porci continuano ad ingrassarsi a spese del popolo.

    • smemorato ha detto:

      Si, lasciamogli le donne che continua a mantenere olgettine provando a pagarne il silenzio, e le nuove Maria Rosaria Rossi e Francesca Pascale napoletane che l’accompagnano e lo trastullano (bah!) a Malindi mentre si rode il fegato insieme a uno della sua risma di Cuneo come la Santanché. Tutte sanguisughe che non lo salassano nell’anima e nel corpo, ma solo ed esclusivamente nel portagli, che, ahinoi, è pure nostro…
      intanto pare che Palazzo Grazioli non sia più un obiettivo sensibile… hanno piantato la palina dell’autobus sul marciapiede prospicente, così è dicono i bene informati. Buona domenica Pietro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...